< Back to the Blog

in News by | no comments

TerroirMarche festival @ Macerata, 20-21 Maggio 2017

Anche quest’anno con i nostri amici e colleghi di TerroirMarche stiamo organizzando il TM festival.La location non sarà il Palazzo dei Capitani di Ascoli come nelle passate edizioni ma 3 suggestivi palazzi antichi nel centro storico di Macerata:2 giorni di banchi d’assaggio, laboratori didattici con i grandi nomi del giornalismo enoico italiano ed internazionale, mostre, concerti, visite guidate della città e tanto altro. Il terroir ospite quest’anno sarà rappresentato dalla Borgogna, con alcuni vignaioli locali fedeli alle pratiche biologiche o biodinamiche che saranno al festival per parlare del loro lavoro e far conoscere i loro vini. Inoltre ci sarà il ritorno di alcuni produttori di Riesling della Mosella ospitati già nella passata edizione!

TerroirMarche Festival: questa è la nostra fiera, un viaggio che parte dal bicchiere, attraversa il paesaggio e arriva alla cultura.

Banchi d’assaggio: Sabato e Domenica dalle 11.00 alle 20.00 presso gli  Antichi Forni nel centro storico di Macerata 150 vini – 3 Terroir Europei: TerroirMarche, Artisan vigneron de Borgogne du Sud e Ecovin Mosel (nell’ordine Marche, Borgogna, Mosella)
Ingresso 12 euro

Laboratori: Sabato e Domenica presso il Teatro della Società Filarmonico Drammatica, centro storico di Macerata. Laboratori tematici a cura delle migliori firme del giornalismo enoico italiano ed internazionale ci guideranno alla scoperta dei terroir marchigiani e della borgogna. Ingresso 30 euro solo su prenotazione

Sabato 20 maggio, ore 11.00
Il lato scuro dell’Adriatico
Un enorme blocco di calcare bianco emerge dal mare adriatico dividendo di fatto la costa: il Monte Conero. Affacciato su un mare interno che è patria di grandi vini bianchi, il terroir del Conero, la cui DOC festeggia quest’anno i 50 anni, è diventato famoso per il colore scuro del suo Montepulciano. La giornalista tedesca Veronica Crecelius ci guiderà nell’approfondimento di una denominazione dalle potenzialità ancora non pienamente esplorate grazie a diverse annate di due vini simbolo del Conero: il Dorico di Moroder ed il Grigiano di Malacari.

Sabato 20 maggio, ore 15.00
Il Pecorino in verticale
Il vitigno star del terroir Piceno alla prova del tempo. Simon Woolf, giornalista inglese di stanza ad Amsterdam, racconterà bottiglie di Pecorino prodotte dal 2001 al 2013 allo scopo di esaltare la complessità e la struttura di un un grande bianco dal sicuro successo commerciale ma dal passato relativamente recente.

Sabato 20 maggio, ore 17.00
La luce e il colore delle Marche: dall’arte al vino andata e ritorno
Un terroir è solo l’insieme di variabili geologiche e climatiche o esprime anche il genius loci? Le opere d’arte create e custodite in un territorio ci dicono qualcosa anche delle vigne e dei vini ivi prodotte? Un viaggio affascinante alla scoperta della cultura e della natura delle Marche con Armando Castagno e Monica Coluccia.

Domenica 21 maggio, ore 11.00
La Borgogna del sud nei vini degli Artisans-Vignerons
Oltre 200 km a sud di Chablis, quasi 100 a sud di Beaune, c’è una Borgogna che non ti aspetti: è il Mâconnais, la porzione più meridionale del vigneto borgognone. Qui è attiva già da qualche anno una cellula di vignaioli di talento, scrupolosi e combattivi come quelli di Terroir Marche. Giampaolo Gravina ce li presenta e ci guida alla scoperta dei loro vini.

Domenica 21 maggio, ore 15.00
Castelli di Jesi e Matelica: territori da bere tutti i giorni
L’area del Verdicchio da qualche tempo è oramai stabilmente fra le zone più in voga se pensiamo a vini bianchi “importanti”. Ma la sua grandezza sta anche nella capacità di regalare vini dalla beva immediata, vini “quotidiani” e semplici che però sfidano naturalmente il tempo, quasi senza volerlo. Laboratorio guidato da Alessio Pietrobattista.

Mostra Fotografica: Le Marche di Dondero. Vernissage Venerdì 19 ore 17,30 presso Palazzo Buonaccorsi. Visitabile per tutta la durata di TerroirMarche Festival, ingresso gratuito per i partecipanti al Festival.  Mario Dondero grazie alla sua incredibile carica di umanità ha abitato il mondo in cui ha viaggiato senza sosta nella sua vita errabonda di fotoreporter. Ha avuto solo due centri di gravitazione, Parigi dagli anni cinquanta, Fermo a partire dagli anni novanta. Mario Dondero ha scelto le Marche, non le ha solo viaggiate, le ha respirate, le ha amate e si è sentito amato. Una mostra di scatti marchigiani di Dondero rappresenta un racconto unico di uno spaccato di questo territorio visto da dentro e ripreso ad altezza d’uomo. È un racconto del terroir delle Marche, è il minimo atto di gratitudine per la ricchezza che ha lasciato in questa regione in tutti coloro che hanno condiviso un pezzo del suo cammino. Nel 2017 la mostra si arricchisce di 10 nuove fotografie rispetto alla mostra del 2016 ad Ascoli Piceno frutto del continuo lavoro di ricerca e di archiviazione della Fototeca di Fermo.

Concerto: 20 Maggio ore 22.00 presso il Teatro della Società Filarmonico Drammatica. In collaborazione con il San Severino blues avremo il piacere di ospitare Francesco Piu in concerto “Peace & Grove Tour”. Ingresso libero riservato ai partecipanti alla Fiera fino ad esaurimento posti disponibili

A questo link il programma dettagliato dell’evento:  TerroirMarcheFestival2017

TerroirMarche Festival programma

Vi aspettiamo a Macerata!

Tag:, , , , , , , , , , , ,